Betty Cirocco (Firenze, 1974), attivista del Movimento Umanista, usa la scrittura come esercizio mnemonico fin dall’adolescenza, per imprimere in maniera fotografica lo scorrere del tempo sociale e personale

Ne deriva un carattere istrionico per natura e rivoluzionario per scelta, dove permanenza e perseveranza sono compagni essenziali del suo cammino.
Si presenta a noi così come è, mostrando tutto il coraggio e la flessibilità di una donna, rompendo gli schemi di un silenzio che apre il cielo, affrontando il tema dei temi: la morte e le sue infinite possibilità.

  Libri di questo autore: